Geremicca, Renzi e l’identità debole del PD

Commentando il voto del Senato sugli arresti domiciliari di Antonio Azzollini, scrive Federico Geremicca sLa stampa:

Qualunque siano le ragioni della correzione di rotta – salvare la maggioranza di governo o sottovalutazione del clima che attraversa il Paese – essa si è rivelata sbagliata e poco comprensibile, per un partito che – in altre occasioni – ha chiesto e ottenuto dimissioni di ministri addirittura nemmeno indagati. Il vicesegretario Serracchiani ha commentato l’accaduto parlando di «occasione persa». Il punto è che occasione dietro occasione (dal caso-Crocetta alla vicenda di Mafia Capitale) quel che rischia di andar perduta è l’identità del Pd.

Continua a leggere su Gli Stati Generali